KLM: addio MD-11



di Valerio Perondi

Il 2014, resterá senza ombra di dubbio un anno memorabile nella storia di KLM Royal Dutch Airlines, compagnia aerea di bandiera olandese, che festeggia l'uscita dal servizio attivo del leggendario MD-11.


Come giá precedentemente annunciato dai vertici della compagnia aerea, il ritiro dalla flotta di uno degli aerei di linea tra i più famosi al mondo, sarebbe stata la giusta opportunitá per dar luogo ad uno strardinario evento, tuttavia, così è stato !

Dopo il suo ultimo volo di linea sulla rotta Montreal-Amsterdam del 26 ottobre ultimo scorso, le aspettative dei molti appassionati di aviazione non son state certamente disattese e l'11 novembre, all'aeroporto intercontinentale di Amsterdam Shipool, la stessa KLM ha celbrato il "meritato pensionamento" del trigetto tra i più famosi e longevi del mondo, organizzando ben tre voli speciali dedicatu appositamente agli appassionati e agli organi di stampa specializzata.


Anche se in realtá non sarebbero bastati altrettanti voli per soddisfare le numerose richieste e prenotazioni giunte alla compagnia per la speciale occasione, l'evento ha pur sempre attirato una nutrita partecipazione di persone che al prezzo di soli 111 Euro si sono assicurati un posto a bordo del leggendario MD-11, giunto ormai al suo ultimo volo nei colori di KLM.


Un successo inaspettato, se si pensa che soltanto qualche mese prima era avvenuto l'ultimo volo del DC-10 di Biman Bangladesh, il cui plauso è rivolto a tutti gli organizzatori che nel programmare un evento del genere, hanno regalato la grande possibilitá agli appassionati ed ai nostalgici, di essere veri protagonisti dell'addio ad un aereo che indubbiamente, ha rappresentato la storia della compagnia aerea e dell'evoluzione del trasporto aereo mondiale.
Ad arricchire la splendida giornata, sono state le ottime condizioni meteorologiche che hanno permesso lo svolgimento regolare dei tre voli schedulati e soprattutto di consentire ai passeggeri a bordo di godersi il panorama delle zone interessate dal volo.


I voli celebrativi hanno di fatti sorvolato le zone più importanti dell'Olanda, dalle coste al porto di Rotterdam, la cittá di Breda, Anversa, Utecht, Amersfort, la base aerea di Valkenburg , la Zelanda e tante altre bellissime zone della nazione, a quote comprese tra i 2.200 ed i 5000 piedi e soprattutto a velocitá relativamente basse paragonabili ad un volo VFR fatto a bordo di un mono motore.

Protagonista indiscusso è stato l'MD-11, battezzato "Florence Nightingale" e codificato come PH-KCD (msn:48458/573), uno dei dieci trimotori di KLM giunto in flotta il 16 settembre del 1994 e che alla data del suo ultimo volo, lascia orgogliosamente l'elegante veste della livrea di KLM .



Photo Copyrigt: John Smitherman - AAR.net - 
Ad arricchire la splendida cornice dell'evento è stato anche lo storico DC-3 restaurato e mantenuto ancora in condizioni di volo dalla Dakota Association che si è poi unito in formazione all'MD-11 nel suo ultimo "special flight" della giornata.

La storia dell'MD-11con KLM ha inizio nel 1993 quando il 7 dicembre fu consegnato il primo esemplare di quel jetliners che segnerá il caposaldo della nuova generazione di aerei con glass cockpit e tecnologia moderna rispetto agli aerei di linea degli anni '80 a quel tempo in uso dalle maggiori compagnie aeree mondiali.



Photo Cpyright: Thomas Runner - AAR.net - 
Prodotto negli anni '90 dalla più famosa azienda aeronautica americana, la McDonnell Douglas, l'MD-11 viene sviluppato per sostituire l'ormai anziano trigetto DC-10, dal quale in realtà ne eredita gran parte del design generale.

Seppur l'MD-11 gli assomigli molto, in realtá rispetto al "fratello minore DC-10" ha una fusioliera più lunga, dei motori più potenti e perfomanti, un'avionica del tutto diversa e più all'avanguardia ed infine due winglets alle estremitá alari, elementi di spicco perchè sino ad ora mai applicate nel settore aeronautico, pertanto molto innovative per i concetti aerodinamici di allora.


Presentato al salone internazionale di Parigi nel 1985, McDonnel Douglas lancia sul mercato il nuovo MD-11 nel dicembre dell'anno successivo per poi condirlo orgogliosamente al suo primo volo nel gennaio del 1990.


A partire dal 20 dicembre del 1990, l'MD-11 inizia la carriera di jetliners wide body nei colori di Finnair, cliente di lancio del nuovo trigetto, e seppr non abbia mai riscosso un meritsto siccesso sul mercato, ad oggi se ne contano 200 esemplari costruiti e consegnati negli anni a clienti come Alitalia, Delta Airlines, China Eastern Airlines, Varig, Vasp, American Airlines, Swissair, Lufthansa Cargo, Japan Airlines e tante altre famose ed importanti compagnie aeree mondiali.

Klm, uno dei maggiori utilizzatori del trigetto insieme a Finnair che per altro lo ha utilizzato nei servizi regolari di linea sino a pochi anni fa, ha impiegato ben dieci esemplari di MD-11 che nel corso dei 21 anni di gloriosa carriera hanno volato per corca 818.600 ore, sorvolato il globo per 655 milioni di km compiendo 126.145 atterraggi in ogni angolo del mondo e trasportando ben 31,752 milioni di passeggeri.


Una lunga storia quella dell'MD-11 che rafforza ancor di più un legame con l'industria aeronautica statunitense che dura da oltre ottant'anni; KLM infatti è ad oggi una, se non l'unica, compagnia aerea ad aver avuto in flotta tutti i modelli prodotti dalla McDonnel Douglas: nel 1934 l'esordio dei primi DC-2, DC-3, DC-4, DC-5 di cui lo stesso vettore olandese ne vanta il primato di averne avuti quattro esemplari, a seguire poi con i leggendari DC-6, DC-7, DC-8, DC-9 per poi comcludere con i DC-10 e gli MD-11.

Nonostante gli MD-11 siano sempre stati considerati aerei spaziosi, comodi, efficienti e ancora oggi affidabili seppur svantaggiosi dal punto di vista dei consumi, in riferimento ai piani di aggiornamento della flotta e a fronte di esigenze da parte della compagnia di disporre di aerei sempre più moderni e soprattutto ecologici, la carriera di questi trimotori giunge al termine a favore di aerei di nuova concezione come gli Airbus A330, Boeing 777 o meglio ancora il nuovo Dreamliner.

I dieci MD-11 di KLM saranno gradulmente trasferiti da Amsterdam a Mojave per essere smantellati : le parti ancora utilizzabili garantiranno l'efficienza ad altri MD-11 ancora in servizio, prevalentemente quelli nati o convertiti come MD-11 F ed impiegati da vettori full cargo, mentre l'altro materiale sará reciclato in altri usi.

A pochi giorni di distanza dagli "special flight", gli ultimi tre MD-11 presenti ancora ad Amsterdam hanno preso il volo per compiere il trasferimento a Mojave ; ai bordi della pista sono molti gli appassionati che armati di reflex cercano di immortalare il leggendario trimotore che per l'ultima volta spicca il volo nei colori di KLM.
Addio MD-11 !

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.