AERONAUTICA MILITARE: conclusa a Villafranca l'esercitazione TOXIC TRIP 2015

Il 19 settembre presso il 3° Stormo dell’A.M. di Villafranca di Verona, si è dato lo start all’esercitazione “Toxic Trip 2015” (TT15) con la cerimonia alla quale ha preso parte il personale dell’Aeronautica Militare e le molteplici delegazioni straniere.

















La 22^ edizione della “TT15” è un’attività addestrativa e di simulazione con lo scopo di incrementare l’interoperabilità nel settore “AIR CBRN” (Chimico Biologico Radiologico Nucleare) dei Paesi membri della NATO, di quelli aderenti al “Partnership for Peace” (PfP) e al "Mediterranean Dialogue" (MD). In particolare, sono simulati scenari che prevedono operazioni condotte da una base aerea rischierata in ambiente degradato, che consentiranno il training e il mantenimento delle procedure già in uso in ambito aeronautico.

La F.A. utilizza nel settore “Air CBRN” sofisticate tecnologie e mezzi all’avanguardia che si traducono in immediata proiettabilità in aree di crisi e, per gli studi ingegneristici posti alla base dei progetti realizzati opera anche nel pieno rispetto del risparmio energetico. 

L’Aeronautica Militare, in questa esercitazione, esprime l’expertise acquisita e consolidata negli anni per la protezione del Paese. Le capacità acquisite e già certificate dall’Organizzazione del Patto Atlantico del Nord, sono l’espressione di tecnologie che trovano applicazione anche nel supporto di componenti istituzionali (Ministero della Salute, Prefetture, 
Protezione Civile, Vigili del Fuoco, 118 ecc. ) in caso di emergenze territoriali e nazionali secondo la logica del “dual use”. 
Un esempio significativo è il trasporto in “alto bio-contenimento” di soggetti affetti dal virus Ebola. Questa peculiare capacità è detenuta in Europa esclusivamente dall'A.M..
L’A.M., da sempre vicina alla tutela dell’ambiente, utilizzerà durante le dimostrazioni, sostanze ecologicamente compatibili.
Oltre all’Italia, alla “Toxic Trip 2015”, partecipano circa 400 militari in rappresentanza di: Belgio, Svezia, Francia, Germania, Turchia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Canada e Portogallo - Paesi membri dell’Organizzazione del Patto 

Atlantico del Nord, la Svezia come aderente al “Partnership for Peace” (PfP), gli Emirati Arabi Uniti e la Nuova Zelanda come osservatori, nonché organizzazioni quali la NATO School Oberammergau (Germania), il JCBRN Defence CoE di Vyskov (Repubblica Ceca) e il Joint Air Power Competence Centre di Kalkar (Germania).

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.