Air Canada...."Your world Awaits" L'eccelenza del trasporto aereo del nord America



di Valerio Perondi

Air Canada è la compagnia aerea di bandiera del Canada. Membro e fondatore di Star Alliance, l'alleanza globale delle compagnie aeree, Air Canada vanta origini e tradizioni che ci riportano indietro nel tempo di ben 78 anni, ossia, al 1939 anno in cui venne fondata sotto al nome di Trans Canadian Airlines ed operava come sussidiaria della Canadian National Railway, la principale compagnia di trasporti ferroviaria del paese.

Di proprietá dello stato prima e successivamente privatizzata, l'esordio di Trans Canada Airlines avvenne il 1º settembre 1937, quando un Lockheed Electra volò sulla rotta da Vancouver a Seattle con due passeggeri e un carico di posta al prezzo di poco meno di 15 dollari andata e ritorno.  Il 1º luglio dell' anno successivo, con l'incremento delle attivitá, la Trans- Canada Airways introdusse la figura dell'assistente di volo, mentre il 1º aprile 1939 con l' acquisto di 12 Lockheed Super Electra e 6 Lockheed Lodestars, la compagnia dette il via ai primi voli intercontinentali. 
La fertilitá dei mercati di allora agevolò di gran lunga lo sviluppo della compagnia aerea, tanto, da raggiungere i 500 dipendenti in poco meno di due anni di vita.
Nell 1942 la Canadian Pacific Airlines, una nuova compagnia aerea canadese appena sorta, valutate le potenzialitá e le possibilitá di avere guadagni molto profittevoli propose una fusione con Trans-Canada Airways; l'idea non venne digerita molto bene da Mackenzie King, Primo ministro canadese dell' epoca, tanto, che oltre a declinare l'offerta introdusse una legislazione che impediva a qualsiasi compagnia aerea canadese, esclusa la TCA, di effettuare voli intercontinentali. 

Da ciò ne scaturì il monopolio statale delle principali rotte del Paese, ma con la fine della seconda guerra mondiale, il provvedimento venne annullato a favore dell'acquisizione da parte di CP Airways di alcune rotte coast-to-coast e qualche collegamento internazionale .
Nel 1949 Trans Canada Airlines lasciò la sede di Winnipeg per spostarsi a Montreal e nel 1953 l'avvio di un progetto di innovazione tale da farla diventare la prima compagnia aerea nel mondo ad utilizzare un sistema di prenotazione computerizzato. 
Nel decennio successivo, ossia nel 1964, la Trans Canada Airlines divenne la compagnia di bandiera canadese e nello stesso anno, venne proposto di cambiare il nome e diventare Air Canada.

Il progetto della nuova identitá per la compagnia aerea avanzato da Jehan Crhètien, Primo Ministro di allora, venne inizialmente respinta dal Governo Federale Canadese, sicuramente scettico all'idea innovativa e forse troppo legato alle tradizioni, ma un cambio repentino di tendenza scivolò in breve tempo nell'approvare il nuovo marchio e dal 1º gennaio del 1965 Trans Canada Airlines diventò Air Canada.
Verso la fine degli anni 70, Air Canada diventò una società Indipendente, non privatizzata; i servizi e le rotte servite ebbero un discreto incremento, seppur fossero operate e regolamentate attraverso un sistema più equo e paritario con le altre compagnie aeree.


Successivamente, nell 1987, il Governo decise di dare libero accesso alle rotte nazionali, domestiche, internazionali e intercontinentali a tutte le compagnie aeree canadesi tuttavia, quello che sino ad allora veniva regolamentato e soprattutto controllato, ebbe un radicale mutamento sotto forma di un regime di libera concorrenza tra le compagnie aeree.


Un inversione radicale di tendenza che indusse Air Canada a mettere in atto una serie di strategie atte a mantenere standar qualitativi in linea con i competitor nazionali ed internazionali dell'epoca.
Il punto chiave su cui metter mano fu la flotta: i vecchi aerei lasciarono posto ai nuovi Boeing 727, Boeing 747 e i Lockheed L1011 Tri-Star.
Gli investimenti fatti superarono di gran lunga gli utili della compagnia, che in breve tempo si trovò fortemente indebitata.  Per far fronte alla crisi finanziaria scaturita dagli investimenti forse un pò troppo "azzardati", nel 1988 Air Canada venne privatizzata, e il 43% delle sue azioni vennero vendute al pubblico mercato; l'anno successivo l'incombere dei debiti indussero il Governo canadese a cederla definitivamente e renderla una compagnia aerea completamente privatizzata.


L'operazione fu ottenuta grazie ad un programma di pubbliche relazioni portato avanti dal presidente della compagnia Claude I. Taylor e dall’amministratore delegato Pierre J. Jeannot . 
Risollevate le sorti della compagnia, tutti i buoni propositi furono ben presto contrastati dal forte crollo dell'industria aeronautica a seguito della Guerra del Golfo.  Per tentare di porre rimedio, la nuova dirigenza della compagnia assunse come proprio amministratore delegato Hollis L. Harris, manager tra i più noti del settore aeronautico perchè giá C.E.O. di Delta Airlines, a cui venne conferito il potere di risollevare l'azienda.


Harris riorganizzò l’amministrazione della compagnia, ridusse i ruoli amministrativi e spostò il quartier generale all’aeroporto internazionale di Montreal. 
Mosse strategico commerciali risultate di successo dato che nel 1994 la compagnia aerea era ritornata ad avere profitti. 
Dopo il debutto sul mercato giapponese con l'avvio del collegamento tra il Canada e il nuovo aeroporto internazionale del Kansai di Osaka, nel 1995, approfittando del nuovo accordo tra Stati Uniti e Governo canadese sugli spazi aerei, Air Canada aggiunse 30 nuove rotte.  Nel maggio 1997, Air Canada divenne il membro fondatore della Star Alliance, l'alleanza globale delle compagnie aeree caposaldo del concetto di codesharing, oggi leader del settore del trasporto aereo mondiale.


La seconda parte degli anni '90 vide Air Canada aumentare le attivitá e di conseguenza anche i profitti che raggiunsero il primo miliardo di dollari tra il 1997 ed il 1998. 
Gli ottimi andamenti dei mercati e soprattutto i risultati ottenuti che in quegli anni registravano incrementi e profitti sempre più in aumento, indussero nel gennaio 2001 Air Canada acquistó la rivale Canadian Airlines e grazie a questa fusione, divenne la dodicesima più grande compagnia aerea del primo decennio del 21° secolo.

Non appena però Air Canada ebbe accesso alla situazione finanziaria di Canadian, i vertici si resero conto che la compagnia si trovava in una situazione peggiore di quanto in realtá si aspettassero, tuttavia, pur mettendo in atto una rapida strategia commerciale atta a risanare in breve tempo i bilanci e a migliorare la qualitá dei servizi offerti, Air Canada si trovò a fronteggiare la crisi del mercato aereo a livello globale e l’aumentata competizione riscontrando perdite per due anni consecutivi tra il 2001 ed il 2002. 
Le conseguenti vicissitudini politico finanziarie scaturite da un biennio molto buio e difficile, indussero molto interesse da parte di holding come Onex, la Cerberus Capital Management e la Trinity Time Investments, che in quegli anni avanzarono proposte di acquisto delle quote azionarie della compagnia aerea, al fine di evitare la banca rotta. 

Scese in campo Deutsche Bank con una proposta da 850 milioni di dollari in cambio della promessa di tagliare i costi sui dipendenti di 200 milioni su base annua; l’offerta fu accettata dopo un rapido incontro tra il presidente di Air Canada ed il presidente del sindacato che diede l’assenso a procedere con l’accordo.  ACE Aviation Holdings divenne così la nuova compagnia proprietaria della rinnovata Air Canada. 
Nell’ottobre 2004 la cantante canadese Celine Dion divenne il volto di Air Canada con la speranza di rilanciare la compagnia e riportarla nel mercato internazionale dopo il periodo nel programma di protezione dalla bancarotta. 


In quello stesso periodo la compagnia dette avvio ad un programma di ammodernamento della flotta sostituendo inizialmente la linea Boeing 747 che dopo trent'anni di onorato servizio lasciò spazio ai moderni Airbus A340; successivamente venne introdotta la nuova livrea degli aerei improntata su toni di stile ed eleganza particolari e caratterizzati da una carlinga blu argento e coda con una nuova versione della foglia d’acero canadese.



Nel 2005 il programma giá avviato interessò anche la flotta di aerei widebody acquistando 16 Boeing 777 e 14 Boeing 787, aerei di nuova concezione le cui consegne hanno avuto inizio dal marzo del 2007.




















Oggi Air Canada può ampiamente definirsi una compagnia aerea affermata sui mercati internazionali e considerata tra le maggiori leader mondiali; con circa 28000 dipendenti sotto le direttive di Calin Rovinescun- Commissar Executive Officer - Air Canada, dagli hub principali di Toronto, Montreal e Vancouver, serve oltre 90 paesi nel mondo nei 5 continenti, con oltre 178 destinazioni di cui 55 negli USA , 22 nei Caraibi, 33 in Canada, 45 negli Emirati Arabi Uniti ed il resto nel Far East, avvalendosi di una flotta di 375 aerei. 
Il "quartier generale" e’ a Montreal mentre la sede operativa è situata sull'aeroporto intercontinentale di Toronto. 

Fanno parte del Gruppo Air Canada , le compagnie aeree Jazz, Express, Air Canada Vacations e Air Canada Rouge, la sister company, di proprieta’ di Air Canada che si pone sui mercati ricalcando la stessa filosofia dell’ospitalita’ proposta dalla stessa Air Canada. 
Piu’ giovane, smart, attenta al prezzo del biglietto, Air canada Rouge è dedicata principalmente ad un segmento di clientela leisure indirizzata nel raggiungere destinazioni prettamente vacanziere. 
Nata nel Giugno del 2013 Air Canada Rouge, e' un vettore che in termini distributivi,operativi e di organizzazione glbale, viene gestito alla pari di Air Canada, tranne i colori, le divise e l’allestimento interno che sono diversi; la flotta è articolata su 22 aerei con intenzioni di implementarla con ulteriori 50 aerei del tipo Boeing B.767 e Airbus A.320, configurati con Premium Econmy ed Economy entro il 2016. 

Sul mercato Italiano, quello che maggiormente ci riguarda, Air Canada sbarca nel lontano agosto del 1960, anno in cui viene avviato il primo collegamento Montreal-Roma Fiumicino. 
La crescita del vettore nel nostro paese, avvenuta di pari passo all'evoluzione del mezzo aereo, agli sviluppi socio economici di entrambi i paesi e ai benefici di far parte di un'alleanza come la Star Alliance - quindi maggiori sinergie, maggior intelligence e maggior cooperazione tra i vettori membri, ha fatto raggiungere traguardi importanti con riscontri numerici interessanti e tali da confermare una posizione da leader sul nostro mercato. 


A farci il punto della situazione è il dott. Umberto Solimeno, Country Manager e Director Sales di Air Canada in Italia, il quale ci conferma gli oltre 35 milioni di passeggeri trasportati da e per l'Italia dal 1960 sino ad oggi, ed un volume di traffico pari a 110.000 viaggiatori annui ripartiti sulle tre destinazioni attualmente servite dal vettore: Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia. 

Con un 2014 positivamente concluso, le prospettive per il nuovo anno non possono essere altro che allettanti, di fatti, dal prossimo 14 Maggio Air Canada avvierá la nuova rotta Venezia Montreal con due frequenze settimanali e sará aggiunta una frequenza settimanale in piu’ sul volo Venezia -Toronto che passa da 3 a 4 voli in partenza dal Marco Polo. Ulteriori incrementi vedono un aumento di capacita’ su Roma ,mentre il Malpensa Toronto resta al momento con 5 frequenze settimanali. 
"Le prospettive future della compagnia aerea sia in Italia che nel mondo direi che siano ottime" afferma il dott. Solimeno, "anche quest’anno ci apprestiamo a presentare un bilancio da record e sopratutto un utile che sara’ il piu’ alto della storia della compagnia". 

Soffermando l'osservazione sull'anno solare ormai concluso, possiamo ampiamente affermare che il 2014 sia stato un anno record di risultati e vendite per la compagnia di bandiera canadese che rafforza presenza e ruolo strategico in Italia grazie ai viaggiatori movimentati dai 3 aeroporti serviti: Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Venezia Tessera. 
I numeri sono tutti in crescita: 490 voli effettuati, con vendite generali aumentate del +51% rispetto al 2013.
L’Italia realizza una delle migliori performance del gruppo Air Canada in Europa e nel mondo. 
Con l'avvio di nuove destinazioni per il 2015, Air Canada conferma la sua vocazione di vettore di classe globale, forte dei risultati che la attestano come quindicesima compagnia aerea più grande al mondo, con una flotta di 373 aerei con cui, solo lo scorso anno, ha trasportato 35 milioni di passeggeri. 


Dopo la recente apertura dei nuovi collegamenti Toronto-Panama City e Toronto-Rio de Janeiro, dal prossimo maggio Air Canada inizierà a volare da Montreal a Mexico City con il suo vettore Leisure Air Canada Rouge, mentre per l’estate collegherà, per la prima volta, Toronto con Dubai, Nuova Delhi ed Amsterdam. 

Nuove rotte grazie anche a nuovi aerei, tutti di ultimissima generazione; infatti nei prossimi anni Air Canada amplierà la flotta con l'acquisizione di 49 nuovi aerei e altri 15 in opzione. 
Con il 2014 entra in flotta il B-787 Dreamliner, aereo di nova concezione e fiore all'occhiello dell'industria aeronautica statunitense; ordinato nell'aprile del 2007, Air Canada è di fatto il più grande acquirente di Dreamliner del Nord America ed il terzo nel mondo ad impiegarlo dietro a Qantas e All Nippon Airways. 
Dell'ordinativo iniziale di circa 60 aeri tra opzioni ed ordini fissi, sei esemplari sono già consegnati ed operativi mentre altri 5 saranno in servizio entro la fine di quest’anno. 

A quest’ultimi si aggiungeranno anche 3 nuovi B777 ad ulteriore conferma dei grandi investimenti in corso della compagnia canadese. Infine l’ordine per 15 Q400 di nuova generazione (per il corto e medio raggio), per un valore di oltre 454 milioni di dollari, ai quali vanno ad aggiungersi altri 15 in opzione, con un valore complessivo solo di questa commessa di circa 1 miliardo di dollari. 
Air Canada ha da tempo iniziato anche a ricevere 15 Embraer E-Jets 175 e 45 Embraer E-Jets 190 che saranno usati per espandere le rotte nazionali e verso gli Usa. 
Questi nuovi aerei vanno ad affiancare gli altri velivoli della flotta, anch'essi moderni, confortevoli, versatili da un punto di vista della capacita' di carico e di impiego, tecnologicamente avanzati perchè di ultima generazione ed articolati su modelli come il Boeing 777, il Boeing 767 e 737, l'Airbus A330, A320 ed infine l'A319. 

Una flotta efficiente ed affidabile e garantita da "Air Canada Maintence & Operations", il comparto tecnico della compagnia preposto ai rigorosi controlli manutentivi degli aerei, articolati secondo un profilo "light" o "hard" a seconda dei livelli e alla tipologia di intervento, svolti attraverso la reciproca collaborazione tra la stessa Air Canada e le rispettive case produttrici : Aibus, Boeing, Bombardier, Embraer ecc.ecc. 
Sulla mainline il personale e’ formato in casa da istruttori altamente qualificato e parte "Training center" di Toronto, mentre gli equipaggi (esclusi i piloti) della Air Canada Rouge sono addestrati presso Disneyworld ad Orlando per un approccio piu’ smart e friendly nell’ospitalita’ e assistenza. 

Per quanto concerne il costante impegno da parte di Air Canada nel mettere in atto innovazioni e investimenti a favore dell flotta, apriamo una breve parentesi sul nuovo Dreamliner ed in tal senso sorge spontaneo chiedere: cosa é cambiato nei piani di espansione del network dall'ingresso del nuovo Boeing 787? 

"Possiamo finalmente volare con dei costi (circa 20% in meno su tratte molto lunghe ) e compensare magari una redditivita’ attesa meno alta rispetto alla media. Questa macchina ci permettera’ di collegare Toronto a Delhi per esempio e via via tante altre destinazioni" conferma il dott. Solimeno. 

Seppur attualmente impiegato sulle rotte dal Canada verso Londra, Tel Aviv, Tokio,Hong kong,Pechino, il costante arrivo e l’utilizzo di questi aeromobili sulle rotte a lungo raggio, congiuntamente all’economicità della performance sul consumo di carburante, permettono alla compagnia canadese di continuare a programmare ulteriori novità di network a livello globale che ne rafforzeranno il ruolo di leadership globale su mercati internazionali. 
“Risultati strategici e di rilievo che, unitamente ad un piano industriale di continuo sviluppo nonostante la crisi economica globale, mettono il mercato italiano al centro del business mondiale della nostra compagnia aerea. Anche grazie a nuovi aerei e nuove rotte, nel 2015 puntiamo a confermare il riconoscimento che abbiamo conquistato per 5 anni consecutivi da Sky Track (Società indipendente americana che opera in ambito mondiale) come miglior compagnia aerea del Nord America”, spiega Umberto Solimeno,  

Per quanto concerne i piani tariffari e le offerte per i frequen flayer, Air Canada si pone sul mercato con "tariffe semplici, sempre appetibili ed in linea con il mercato", ci narra il Dott. Solimeno; " anche le promozioni sono tattiche, studiate ad hoc e decise in particolari periodi od in occasioni di eventi,lanci o stagionalita’". 
Ai clienti più esclusivi Air Canada offre inoltre VIP lounges dedicate, accumulo di miglia, premi, prezzi speciali, un servizio unico al mondo dove il personale di Air Canada assiste  i passeggeri in partenza ed arrivo, i top clients, i frequent flyers, i viaggiatori in business class, per qualsiasi esigenza anche al di fuori di quella legata al volo.




























Tutti gli aeromobili sono allestiti internamente seguendo la filosofia della cura del particolare e l'attenzione verso le necessitá del cliente, tuttavia le risorse della compagnia sono state negli anni canalizzate verso l'adozione di rifiniture sempre più appropriate, nell'ottica di offrire servizi di bordo quanto più in linea con gli altri competitor in modo da garantire ampio comfort, eleganza e silenziositá durante il volo. 
Tra le varie proposte offerte dal vettore aereo, il cliente ha così modo di scegliere un prodotto sempre più personalizzato tra una gamma di servizi che si differenzia su tre opzioni di riferimento: Business International Premium Economy, Economy . 





Per ogni soluzione di viaggio, oltre alla vasta gamma di servizi esclusivi, Air Canada offre confortevoli interni cabina contemporanei, tra cui sedute comode, spaziose e completamente reclinabili su tutti gli aeromobili wide-body e sistemi di intrattenimento in ogni per ogni seduta con centinaia di ore di film on-demand; non solo, attenzione e cura del particolare si evidenzia anche nella scelta dei pasti i cui menu offrono un ampia selezione di pasti e bevande gustosi e di ottima qualitá. 



Eleganza, stile ma soprattutto elevata professionalitá, sono gli elementi che determinano il prestigio di Air Canada, tuttavia, i premi conferiti agli Skytracks Awards 2014 nel corso del salone aeronautico di Farnborought, vedono il vettore canadese riconosciuto come miglior compagnia aerea del nord America per il quinto anno consecutivo. 


Già nel 2012 Air Canada era stata nominata “Migliore compagnia Internazionale del Nord America” alla Premiazione Skytrax World Airline Awards. 
Il sondaggio che l’ha insignita del prestigioso riconoscimento è stato condotto per dieci mesi, coinvolgendo 18 milioni di passeggeri provenienti da oltre 100 Paesi; non solo, in quello stesso anno Nel anche i lettori di Global Traveler hanno espresso valutazioni positive nei confronti di Air Canada definendola “Migliore compagnia del Nord America”, mentre quelli di Business Traveler l’hanno scelta come migliore vettore nord americano per i viaggi internazionali e l’hanno preferita per il “Miglior servizio in volo del Nord America”. 
I lettori di Premier Traveler l’hanno invece votata come "Migliore compagnia del Nord America per i servizi di Business Class”, ” Migliore compagnia del Nord America per i viaggi internazionali” e ” I migliori equipaggi del Nord America.” 
A livello nazionale, il sondaggio annuale Ipsos Reid Business Traveller ha nominato Air Canada “Compagnia preferita per i viaggi d’affari”. 
Secondo la stessa ricerca, per il terzo anno consecutivo, nel 2012 Air Canada è stata anche scelta dal 79% dei viaggiatori d’affari canadesi. 









































I risultati “a quattro stelle” ottenuti, riflettono la professionalità e la competenza del personale di Air Canada nel prendersi cura dei clienti e per l'impegno proferito nell'offrire sempre un prodotto di grande eccellenza sia a terra che in volo. 
Sono questi gli ingredienti di una strategia vincente quale prodotto do un tradizione lunga quasi ottant'anni.

Aviation Air Routes.net ringrazia AIR CANADA, il Dott. Solimeno ed il Sig. James Jarratt ( Air Canada) per la gentile collaborazione e le autorizzazioni concesse per la realizzazione di questo reportage. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.