AERONAUTICA MILITARE: festeggiati i 93 anni di storia

​“93 anni sono passati da quel 28 marzo 1923 in cui prendeva vita l’Aeronautica come forza armata autonoma, una tra le prime al mondo. Sembrano pochi ma si tratta di anni costellati da memorabili pagine di eroismo, di onore e di passione del suo personale e da incalzanti traguardi tecnologici che hanno arricchito il grande libro della storia e del progresso dell’Italia. 

Se solo pensiamo che i 12 secondi di volo dei fratelli Wright risalgono al 1903 e che oggi c’è una stazione orbitante nello spazio, ci rendiamo conto di quanto siano stati intensi questi anni e di come sia stato impegnativo tenere il passo alle continue sfide dell’innovazione”. Con queste parole, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, ha aperto la Cerimonia per la celebrazione del 93° anniversario della costituzione dell'Arma Azzurra che ha avuto luogo oggi presso il 31° Stormo di Ciampino alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il Capo di SMA ha rivolto un omaggio alla Bandiera di Guerra dell’AM e un saluto al personale che 25 anni fa ha preso parte alla liberazione del Kuwait nell’ambito dell’Operazione Locusta. Il Generale Vecciarelli ha terminato il proprio intervento ricordando che “il coraggio ed il valore di ognuno sta nel continuare a non accontentarsi della mediocrità, nel proseguire a migliorarsi impegnandosi a fondo nel fare sempre meglio il proprio dovere”.


Il Generale Vecciarelli ha poi lasciato la parola al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano il quale ha voluto sottolineare “l'Aeronautica Militare italiana è in grado di esprimere un'ampia gamma di capacità, grazie ad una costante opera di ottimizzazione delle risorse disponibili e alla continua ricerca di soluzioni d'avanguardia che confermano questa Forza Armata quale componente aperta all'integrazione multidimensionale e multidisciplinare, oltreché importante traino alla ricerca e all'innovazione. 

La spiccata caratterizzazione interforze dell'Aeronautica – ha continuato il Capo il di Stato Maggiore della Difesa - è l'elemento che le ha consentito di contribuire, in modo dinamico e costruttivo, alla realizzazione di un modello di Difesa più efficace finalizzato a ridurre le sovrastrutture e le duplicazioni, integrando le funzioni simili delle Forze Armate e a rendere disponibili capacità operative efficienti ed integrate anche a livello ordinativo, oltreché operativo".

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Onorevole Gioacchino Alfano intervenuto su delega del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha ripercorso le tappe della creazione dell'Aeronautica Militare, sottolineando che proprio quest'anno cade il 25° anniversario della partecipazione dell'Arma Azzurra all'Operazione internazionale "Desert Storm" per la liberazione del Kuwait, nella quale l'Italia intervenne con 10 velivoli Tornado. 

"Velivolo ritenuto all'epoca troppo oneroso" ha detto il Sottosegretario che ha poi aggiunto come a 40 anni di distanza abbia saputo garantito efficienza ed efficacia in tutti i contesti di impiego, dai cieli dei Balcani, al Medio Oriente ed al Nord-Africa."Quattro velivoli di questa classe - ha aggiunto - sono attualmente impegnati nella lotta contro l'ISIS, svolgendo un'attività, quella dell'intelligence". Concludendo, il Sottosegretario si è rivolto alle donne e agli uomini dell'Aeronautica Militare: "Siate orgogliosi di appartenere all'Arma Azzurra e continuate ad operare tutti insieme per il bene del Paese, che così onorevolmente rappresentate. Gli Italiani confidano in Voi, nella vostra determinazione nel perseguire il bene collettivo e nella vostra fedeltà ai valori costituzionali".
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato in occasione del 93° anniversariodella costituzione dell’Aeronautica Militare ha dichiarato “L'Arma Azzurra, istituita come Forza Armata autonoma tra le prime del mondo quando erano trascorsi solamente 5 anni dalla conclusione del primo conflitto mondiale, celebra oggi il suo 93° anniversario. 

Rivolgo con rispetto e commozione il mio pensiero e la gratitudine del Paese alla memoria degli aviatori di ogni grado e specialità, caduti nell'adempimento del dovere, e rendo omaggio alla bandiera di guerra dell'Aeronautica Militare, simbolo dell'unità nazionale, dell'onore, del sacrificio e del valore. L'Aeronautica Militare operando nei teatri dell'Afghanistan, dell'Africa, dei Balcani, dell'Europa, del Medio Oriente e del Mediterraneo, nella molteplicità dei compiti che è chiamata a svolgere, offre il proprio importante contributo alla affermazione dello stato di diritto, alla sicurezza del Paese e della comunità internazionale. Dalla difesa dello spazio aereo nazionale, alla sorveglianza delle aree di interesse, dal trasporto aereo a favore dei nostri contingenti impegnati in tante aree tormentate del mondo, al trasporto sanitario d'urgenza, anche in condizione di alto bio-contenimento, dal soccorso aereo, all'evacuazione medica al recupero e salvataggio di connazionali in pericolo, la Forza Armata esprime le sue eccellenti qualità e capacità operative. Ufficiali, sottufficiali, militari di truppa e personale civile dell'Aeronautica Militare, siate orgogliosi delle vostre tradizioni, rinnovate ogni giorno a confronto con le sfide che raccogliete. 

Viva l'Aeronautica Militare, viva le Forze Armate, viva l'Italia!". Al termine degli interventi, il Presidente ha consegnato le Onorificenze alle Bandiere di Guerra della 46^ Brigata Aerea di Pisa, del 15° Stormo di Cervia, del 9° Stormo di Grazzanise, del 14° Stormo di Pratica di Mare, del 16° Stormo "Protezione delle Forze" di Martina Franca e del 17° Stormo "Incursori" di Furbara. Infine, è stata consegnata una Medaglia di Bronzo al Valore Aeronautico al Colonnello Michele Morelli per essersi distinto durante una missione in Afghanistan.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.